Patrocinio Morale Ministero dell'Ambiente
Patrocinio Emilia Romagna e Città di Cattolica
Chestorione
Chestorione

Chestorione

FOTOGALLERY
 
Gli storioni dell’Adriatico (Storione Cobice, Acipenser naccarii) una volta vivevano all’interno dei fiumi e sulle coste dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Il loro antenato più antico, il Piscosturion, era contemporaneo del Tirannosaurus rex (Tardo Cretaceo). Si tratta di una specie anadroma ovvero pesci che vivono per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproducono in acque dolci. Gli adulti possono raggiungere due metri di lunghezza e 80 kg di peso e vivono fino a 80 anni, raggiungono la maturità sessuale tra i 5 e i 16 anni (20 e 30 Kg di peso) e, mentre i maschi si possono riprodurre ogni anno, le femmine hanno intervalli di riproduzione di 2 o 3 anni producendo anche fino a un milione di uova. Di indole placida, si nutrono di crostacei ed insetti e gli adulti anche di piccoli pesci.

1 Stato della popolazione

Secondo la IUCN red list lo storione cobice è “a rischio critico di estinzione”, a causa della pesca (ormai vietata da anni) e delle modificazioni degli ambienti fluviali che impediscono la risalita degli animali. L’unico areale certo in cui questa specie sopravvive per lo più in ambiente controllato, è limitato nel solo territorio italiano.
L’habitat naturale, inoltre, è influenzato da situazioni di inquinamento e impoverimento della fauna tali da rendere difficili le azioni di ripopolamento che sono state messe in atto negli ultimi anni.

2 Luoghi e ambienti da difendere

Grazie al progetto BE-NATUR - BEtter management of NATURa 2000 sites, un gruppo di partner, tra cui la Provincia di Ravenna, ha elaborato il Piano d’Azione Internazionale per la conservazione degli habitat costieri. Molte delle risorse sono state spese per la reintroduzione dello storione dell’Adriatico nel fiume Reno, antico ramo meridionale del delta del Po dove la specie è estinta da oltre 50 anni.
La Provincia sta realizzando una scala di risalita per i pesci e ciò permetterà a questo grande pesce di ricominciare la migrazione riproduttiva dalle acque marine a quelle interne, in cui depongono le uova, a partire dagli esemplari reintrodotti.
Tutti gli ambienti di valore conservativo per lo storione di cobice sono all'interno del Sito di Importanza Comunitaria e Zona di Protezione Speciale IT4070021 "Biotopi di Alfonsine e Fiume Reno".

3 Obiettivo

Portare avanti gli studi sulla biologia e la fisiologia riproduttiva per permettere una efficace attività di ripopolamento nelle aree originariamente abitate dallo storione cobice.
Continuare gli interventi per il ripristino del territorio fluviale per permettere agli adulti la risalita e la permanenza nelle aree di riproduzione.

4 Come agire?

Sensibilizzare e far conoscere l'attuale stato della popolazione a rischio di estinzione. Incentivare al rispetto degli ambienti naturali che coinvolgono gli storioni.
Sostenere le realtà impegnate nella tutela di questo patrimonio genetico.

L’Università di Bologna, tramite il Corso di Laurea in Acquacoltura e Igiene delle Produzioni Ittiche, che studia da tempo la riproduzione degli storioni dell’Adriatico attraverso analisi mirate a scoprire le dinamiche ancora oscure che potrebbero, una volta svelate, aiutare la specie a tornare a riprodursi nel suo ambiente naturale.

L’Acquario di Cattolica e il Parco Oltremare di Riccione, grazie al  progetto CHESTORIONE contribuiscono attivamente
alla tutela di tutte quelle specie che muoiono a causa dell’inquinamento e delle attività antropiche.

Raccontare e sensibilizzare le nuove generazione può garantire un futuro più concreto per tutte quelle forme viventi che abitano i nostri mari.

Acquario di Cattolica e il Parco Oltremare di Riccione, grazie a Salva una specie in pericolo
voglioni sostenere questa grande campagna comunicando
e facendo conoscere questa bella iniziativa
promossa dall' Università di Bologna, tramite il Corso di Laurea in Acquacoltura e Igiene delle Produzioni Ittiche.


Salva Ora
Pinguiniamo
Squalo Anch'io
Tartamica
Delfiniamo
Fenicoccoliamo
Testudoamica
Chestorione
Plastifiniamola
Apiamo
Salva Ora

Storioni e anguille tornano a ripopolare l’area sud del Delta del Po

18/05/2016 -  Sabato 21 maggio sarà una giornata speciale perché si festeggia la Giornata»

"CARO MINISTRO... PLASTIFINIAMOLA" APRE LA RASSEGNA DEL NATALE ECOSOSTENIBILE

11/12/2015 - Dal 13 dicembre al 6 gennaio 2016, Riciclalberi di Natale, Presepi Spiaggiati, Presepi»


Siti di Commercio elettronico by Pianetaitalia.com